Farnborough Air Show 2012

Farnborough Air Show 2012

Anche quest'anno Faentia Consulting ha presenziato il Farnborough Air Show, l'evento più importante dell'aviazione aereospaziale internazionale che ogni due anni richiama centinaia di migliaia di partecipanti nel piccolo centro ad Ovest di Londra. E' qui che importanti nomi dell'aviazione civile, aviazione militare e agenzie spaziali di tutto il mondo si danno appuntamento per confrontare le ultimissime scoperte in campo tecnologico, per presentare gli ultimi modelli di velivoli sul mercato e per stringere importanti collaborazioni commerciali. Come di consueto, da qualche anno Faentia Consulting partecipa a questo importante evento per comprendere lo stato attuale delle cose e per restare in costante aggiornamento. 

Inaugurata dal premier britannico David Cameron, la fiera si è svolta dal 9 al 15 luglio. Viene solitamente divisa in due momenti distinti, quest'anno dal 9 al 13 per i soli traders e dal 14 al 15 accessibile anche al pubblico. La nostra impressione generale è stata quella di una fiera molto articolata e vasta, nella quale ogni nazione ha avuto a disposizione un'area dello spazio espositivo per presentare le rispettive aziende fornitrici in campo aeronautico. Oltre ai noti "giganti dell'aria" del calibro di Boeing e Airbus sono da segnalare per l'Italia i poli di Lombardia, Piemonte e Umbria ma, sopratutto, l'italianissima compagnia Finmeccanica il cui imponente stand ha accolto per primo tutti i visitatori.

 

air show

 

É evidente come il clima economico mondiale abbia inciso anche sulle aziende partecipanti a una fiera che, come sostiene Amanda Stainer (Direttore del Farnborough International e del Farnborough Airshow), é divisa equamente tra aviazione aerospaziale, militare e civile. Nel settore dell'aeronautica militare, però, si è preferito mantenere un profilo piuttosto basso visti i notevoli tagli che i governi mondiali hanno effettuato sulle spese relative alla difesa. Manca infatti all'appello il gigante Northrop Grumman, uno dei fornitori americani piú grandi al mondo, mentre Finemccanica e BAE si sono presentate con un budget leggermente ridotto rispetto alle precedenti edizioni. Se nel settore militare le cose sembrano rallentare, lo stesso non si puo' dire dell'aviazione civile le cui vendite su nuovi modelli nei paesi emergenti sono in crescita del 5%, mentre il rinnovo di vecchi modelli civili e commerciali genererà addirittura un aumento del 5,2%. Lo sa bene la compagnia Boeing, la cui crescita sembra essere trainata dal lancio del nuovo modello 787 Dreamliner, visto a Farnborough su livrea Qatar Airlines e lanciato sul mercato con ben tre anni di ritardo rispetto alle previsioni. Di questo ritardo ha approfittato la compagnia numero uno nel settore dell'aviazione civile Airbus che ha effettivamente aumentato le vendite del proprio nuovo modello A320 Neo.

 

air show

 

Oltre ad aver osservato un notevole afflusso di aziende che lavorano in ambito aerospaziale, dal punto di vista tecnico abbiamo riscontrato alcuni elementi di rilievo. Tra i tanti: i motori a reazione per velivoli sempre piú performanti ed efficienti; una certa tendenza green - attenta alle problematiche ambientali - che risponde soprattutto all'attuale momento socio economico; gli UAV, ovvero droni sempre piú sofisticati e performanti in grado di svolgere in quasi totale autonomia la maggior parte dei compiti assegnati ai piloti, i quali ora possono far volare le macchine stando comodamente seduti davanti a uno schermo e grazie all'ausilio di dotazioni sempre piú immersive e dettagliate. La nota finale riguarda il velivolo intergalattico della Virgin (vedi foto) il quale rappresenta al meglio la fusione tra due mondi, quello aeronautico e quello spaziale, portando sul commercio i voli transatmosferici - i voli nello spazio per intenderci - con piú di 150 voli già prenotati a prezzi... “stellari”.